IL PREZZO E’ LA PALLA AL PIEDE DEL COMMERCIALE. ELIMINA LE 7 CAUSE!

Il complesso del prezzo

Il commerciale ama molto parlare del suo prodotto. Soprattutto se è di estrazione tecnica.

Quando deve però parlare di prezzo, le cose cambiano. Alcuni hanno delle serie difficoltà a gestire la trattativa. Perché secondo te?

Credo che ci sono almeno sette cause legate al prezzo che complicano la vita al commerciale.

Continua a leggere

IL “DISCO DI VENDITA” SI E’ ROTTO. E ORA COSA USI?

disco di vendita

Nel 1922 Edward K. Strong ha pubblicato The psycology of selling.

Possiamo considerarlo il primo vero libro sulla comunicazione di vendita.

Il messaggio che ha dato Strong al venditore è stato semplice e chiaro.

Comunica i vantaggi del tuo prodotto o servizio. Gestisci le obiezioni. Chiudi la trattativa. E se il cliente è indeciso, fai pressione!

Continua a leggere

DOVE VAI “ARMATO” SOLO DELLA PRESENTAZIONE IN POWER POINT?

Internet ha trasferito il potere negoziale dal venditore al cliente. Questo ha radicalmente cambiato il ruolo, la comunicazione e gli strumenti del commerciale.

Ieri il tuo ruolo era comunicare il valore del prodotto generato nello stabilimento. Oggi è creare valore nel cliente.

Continua a leggere

IL COMMERCIALE MODERNO E’ COME IL TUO MEDICO DI FIDUCIA.

Gli acquirenti oggi hanno il controllo totale sul processo di acquisto.

Tramite internet individuano i migliori fornitori di un certo prodotto o servizio.

Possono chattare anche con clienti ed ex clienti. Scambiare pareri e fare confronti.

Perché allora c’è ancora bisogno dei commerciali?

Continua a leggere

CONOSCI IL MARGINE DEI PRODOTTI CHE VENDI?

MARGINE NEGOZIAZIONE

Alcuni mesi fa un’azienda multinazionale mi ha chiesto di rafforzare le abilità di negoziazione dei commerciali, con un particolare focus sul margine. Il direttore commerciale mi ha testualmente detto “La politica della nostra compagnia è di lavorare con un Margine di Contribuzione Lordo minimo del 38 %. Se i commerciali passano un ordine con un margine lordo inferiore non lo accettiamo”.

Continua a leggere