Il marketing come funzione strategica permea l’intera organizzazione con una filosofia che dall’esterno (cliente e mercato) guarda verso l’interno (azienda e prodotti).

Nella maggior parte delle aziende il marketing è  presente però come organizzazione (ufficio marketing) e/o come strumenti (comunicazione e promozione).

Social media, Google Adwords, e mail, newsletter, blog, video, facebook advertising sono strumenti che sulla carta sono alla portata di tutti.

Per molte aziende e addetti ai lavori il marketing rimane circoscritto all’ uso di questi strumenti, con una finalità tattica di breve periodo.

Il risultato è che oggi tutti fanno marketing!

Se si limiti a sviluppare la comunicazione in una visione tattica di breve periodo, rischi però di praticare il marketing dei “poveri”!

Le variabili oggi sono molte, complesse e integrate. L’economia creativo-digitale impone di evolvere quanto prima da un marketing tattico a un Marketing Strategico.

Lo scopo della trasformazione digitale non è diventare più digital. E’ generare crescita.

Secondo una ricerca di Altimeter il 90 % dei progetti di trasformazione digitale hanno generato però risultati molto inferiori o hanno fallito.

Solo un Marketing  all’avanguardia oggi è in grado di gestire queste tre sfide.

1.Sviluppa il Marketing Strategico.                                    

Costruisci brand relevance reinventando la funzione marketing come un’arma strategica.

Se ti limiti a spostare la tua comunicazione dai mass media ai canali digitali, costruisci la brand equity con visual e parole statiche. Quì i brand concorrenti non sono preferiti. 

Il ciclo di vita dei prodotti e delle strategie si accorcia però sempre più. L’offerta supera la domanda. In molti settori la crescita passa per la collocazione del brand in una nuova categoria o sottocategoria. E’ la nuova logica della brand relevance. In questo caso i brand concorrenti non sono considerati. Ci sei solo tu!

Puoi costruire un brand rilevante che connette, sorprende e coinvolge se

a- si basa su uno scopo strategico che crea e condivide un valore anche sociale.

b- da asset statico volve in una risorsa dinamica e viva

2. Sviluppa la Customer Experience

Trova bisogni latenti ed espliciti del cliente dall’esterno verso l’interno.

Un’efficace gestione della Customer Experience avviene solo con un’ integrazione del marketing tradizionale con il marketing digitale. In un mondo dominato sempre più dalla tecnologia (commodity), il tocco umano sarà il vero fattore differenziante. Se non hai stabilito bene i codici e i valori del brand rischi poi di veicolare messaggi non coerenti nelle molteplici interazioni off line e soprattutto on line.                                

3. Sviluppa un’ organizzazione più agile, veloce e brillante

La trasformazione digitale rende obsoleto il modello organizzativo dei tre reparti Marketing, Vendite e Customer Service. La specializzazione dei ruoli ha generato tre silos che comunicano poco fra loro. Oggi le vendite occupano un’area di competenza del marketing. Il customer service deve evolvere verso il customer care. E il marketing? Deve assumere decisamente  un ruolo molto meno tattico, che sarà svolto dalle vendite e dal customer service, e più strategico.

Ruoli, competenze e processi di questi tre reparti vanno ridisegnati in un unico team per gestire insieme il Customer Journey.

La caratteristica del cambiamento odierno è la sua velocità. Chi non eleva le competenze del marketing a questi livelli, avrà ritorni sempre decrescenti dagli investimenti profusi.

Il marketing dei “poveri” ha quindi un prezzo crescente bellezza!

Se lo conosci però lo eviti. 

Ti segnalo il webinar GESTIRE LA VENDITA A DISTANZA. Visitare virtualmente il cliente che tengo il 14 Maggio dalle ore 14.00 alle 17.00

Abbiamo poi attivato una Formazione Individiale on line sul SALES MANAGEMENT 2.0

Ti ringrazio del tempo che hai dedicato a leggere il mio articolo.

Se non vuoi perderti i prossimi chiedimi il collegamento Linkedin QUI’ oppure iscriviti alla newsletter.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *