LA FIDUCIA COME MONETA DI SCAMBIO DELLA NUOVA ECONOMIA.

Con l’avvento di internet siamo entrati nella terza e più grande rivoluzione della fiducia.

La professoressa Rachel Botsman dell’ università di Oxford è  un’ esperta mondiale in materia.

Le sue ricerche rivelano che nel tempo la fiducia si è evoluta seguendo tre fasi.

La prima era la fiducia locale. Nei secoli scorsi vivevamo entro confini territoriali di piccole comunità rurali in cui tutti ci conoscevamo. Uscivamo da casa lasciando la chiave sulla serratura.

Nel secolo scorso è nata poi la società industriale delle organizzazioni / istituzioni. L’azienda. Le grandi corporation. I partiti politici. Le banche. Le università. Le associazioni. Siamo quindi entrati nella seconda fase: la fiducia istituzionale. La fiducia è riposta proprio nelle istituzioni.

Con l’avvento di internet siamo ora entrati nella terza fase, che è ancora agli albori: la fiducia distribuita. Questa evoluzione della fiducia non implica che le forme precedenti siano completamente sorpassate, ma solo che la nuova forma assumerà il predominio.

In passato la fiducia scorreva in senso verticale. Dal basso verso l’alto. Verso le autorità, gli enti e le organizzazioni.  Le aziende oggi invece inquinano. Alcune sfruttano i lavoratori e li pagano poco. Altre hanno mentito come la Volkswagen nel caso dieselgate. Banche italiane e internazionali hanno truffato i risparmiatori e i mercati. E i partiti politici?

Per queste ragioni  il percorso della fiducia si è  capovolto. Ora defluisce in senso orizzontale. Ci fidiamo dei nostri pari che magari neanche conosciamo. Dei colleghi, piuttosto che dei direttori generali. Di altri cittadini, invece che delle autorità preposte. Dei vicini di casa, piuttosto che dei governanti locali. Dei pettegolezzi, invece che della voce un tempo autorevole dei giornali. Degli amici di Facebook, più che degli esperti. In realtà oggi ci fidiamo di più, non di meno.

La straordinaria espansione delle aziende della share economy come Airbnb, Uber e Blablacar è una prova evidente della fiducia distribuita.

Persone che si fidano di altre persone tramite la tecnologia.

Diamo passaggi in macchina a sconosciuti. Affittiamo la nostra casa ad estranei. La vera trasformazione non è quindi la tecnologia in sé, ma è il profondo spostamento della fiducia che sta innescando.

La fiducia distribuita riscrive quindi le regole delle relazioni umane. Cambia il nostro modo di vedere il mondo e le persone. Per certi versi ci riporta al vecchio mondo rurale della fiducia locale. C’è una differenza però. Oggi la comunità coincide con il mondo intero! Alcune redini invisibili sono poi in mano ai nostri “quattro padroni”: Google, Facebook, Amazon e Apple. Questo incredibile spostamento della fiducia non è solo la storia di straordinari progressi tecnologici e la nascita di nuovi modelli di business. E’ una rivoluzione sociale e culturale che riguarda tutti noi.

Più interagiamo con una persona nel tempo, più siamo convinti di come si comporterà. La riteniamo quindi degna della nostra fiducia. Questa è la fiducia personalizzata perché è riposta sulla singola persona. La fiducia generalizzata è invece quella che riponiamo su un’ entità identificabile come azienda, brand o istituzione, ma è anonima.

Fiducia e rischio sono fratello e sorella. La fiducia è la forza straordinaria che permette di colmare il divario tra certezza e incertezza. Come dice Rachel Botsman la fiducia è una relazione sicura con l’ignoto.

La fiducia è importante per tre ragioni fondamentali. La prima è la reputazione. Poi perchè infonde ai clienti il coraggio di prendersi un rischio su nuovi fornitori, prodotti e servizi. Infine è l’elemento che da la certezza che l’azienda farà la cosa giusta, anche quando le cose vanno male.

Per costruire relazioni di fiducia bisogna mettere in campo quattro caratteristiche. Le competenze, l’integrità, l’affidabilità e la generosità. Più potenzi queste pillole più attrai clienti e altri attori.

Fabio Venturi

Ti ringrazio del tempo che hai dedicato a leggere il mio articolo.

Se non vuoi perderti i prossimi, iscriviti alla mia newsletter oppure chiedimi il collegamento Linkedin QUI’

Ti ricordo i prossimi seminari che tengo a Milano e Vicenza

VENDERE SOLUZIONI. Scopri il consulente che c’è in te!

Milano, 15 e 16 Ottobre 2019

GESTIRE E SVILUPPARE UN’AREA DI VENDITA.  Trasformare l’analisi della performance e gli obiettivi in risultati.

Milano 5 Novembre 2019.

RIPENSARE LA RETE VENDITA. Selezionare, formare, gestire e motivare venditori eccellenti.

Vicenza 12 Novembre – Milano 15 Novembre 2019


0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *